Aquilani: “Il modulo del Milan è adatto alle mie caratteristiche”

E’ appena arrivato al , e Alberto conta di trovare spazio nel centrocampo di Massimiliano . “Indubbiamente – ha osservato l’ex Liverpool – il modulo rossonero è favorevole alle mie caratteristiche. A centrocampo posso giocare ovunque, ma sono a disposizione del mister, sarà lui a decidere dove collocarmi”. Ai microfoni di Milan Channel, Aquilani si è definito “un ragazzo fortunato”. “Sono felice di essere qui, giocare nel Milan non è da tutti e io ho questa grande occasione. Qui – ha spiegato – ci sono tanti ragazzi che già conoscevo dalla Nazionale o dalla Roma, ci sono tanti campioni. Starà a me conquistare il club e la gente”. Del nuovo rinforzo è soddisfatto . “Aquilani può rivestire tutti i ruoli a metà , è un giocatore di buona, anzi ottima qualità, con caratteristiche offensive. Penso possa adattarsi bene nei ruoli interni di centrocampo. Con Aquilani credo che il mercato sia chiuso”. In realtà, dopo il grave infortunio di Mathieu Flamini, il Milan sta seguendo Keita del Barcellona, mentre da Madrid l’allenatore del Real José Mourinho ha blindato Ricardo Kakà. Dopo l’allenamento di questa mattina, Allegri ha concesso ai suoi giocatori riposo fino a lunedì pomeriggio per via dello slittamento della prima giornata di campionato. “E’ stata un’attesa non snervante ma particolare con tante notizie rimbalzanti e un po’ questo ci ha condizionato – ha ammesso il tecnico in relazione al mancato accordo fra Assocalciatori e Lega di serie A – Avevamo fatto lo stesso un buon allenamento, eravamo pronti poi è arrivata la notizia che il campionato si fermava e così abbiamo adottato il piano B. La settimana poi sarà un po’ anomala, credo che giovedì faremo un’amichevole (a Como contro la squadra locale, Prima divisione, ndr), anche perché arrivare all’11 settembre senza partite non è il massimo”. Il campionato è alle porte, ma Allegri pensa anche all’esordio in League contro il Barcellona. “Sarà una sfida affascinante, una gara che ci troverà pronti. Loro – ha spiegato – sono i più forti in circolazione ma noi siamo coscienti dei nostri mezzi, consapevoli del fatto che la squadra può giocare bene. Ci sono le possibilità di fare una grande gara a Barcellona, dovremo averne la convinzione”.

Alessandro Lugli

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*