Calcioscommesse: Quagliarella ascoltato dai pm di Napoli

Il calciatore della , Fabio Quagliarella, è stato ascoltato in giornata come persona informata dei fatti dai pm di che indagano su camorra e scommesse sportive. Quagliarella è originario di Castellammare di Stabia, città in cui è egemone il clan camorristico D’Alessandro-Di Martino; il clan, secondo l’accusa, investiva forti somme di denaro su partite di calcio italiane e straniere i cui risultati venivano truccati. Il calciatore è stato ascoltato per più di un’ora dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo e dai pm Pierpaolo Filippelli e Claudio Siragusa. A quanto si è appreso, i magistrati si sono soffermati sui suoi rapporti con la città d’origine e i suoi abitanti e gli hanno chiesto se questi costituissero un problema per il , squadra dove Quagliarella in precedenza ha giocato. Il calciatore ha negato, spiegando che i problemi erano dovuti semmai a scelte tecniche dell’allenatore da lui non condivise. Alcune domande hanno riguardato anche l’incontro -Parma della stagione 2010-2011, durante il quale Quagliarella fu espulso dopo attimi di forte tensione in . Il giocatore ha spiegato che si aspettava un ricorso dalla società, ricorso che però non fu mai presentato.

post di Alessandro Lugli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*