Conte tiene i piedi per terra

6 punti in due partite sono il massimo bottino ottenibile, ma Antonio Conte è consapevole di essere soltanto all’inizio del campionato. “Il cammino che abbiamo davanti a noi è lungo e difficile, dobbiamo quindi rimanere con i piedi per terra – spiega -. Tutto perfetto dopo due giornate? E’ eccessivo, dobbiamo essere equilibrati. Ma anche umili e determinati, perché per tornare grandi c’è bisogno di tutto, pure di moltissimo lavoro, naturalmente. I tifosi devono avere fiducia nel lavoro della società, mio e soprattutto della squadra”.

Il prossimo ostacolo dei bianconeri è rappresentato dal Bologna, che qualche mese fa andò a Torino e fece la festa alla squadra di Del Neri con un super Di Vaio. “La partita contro i rossoblu non sarà per niente facile, dovremo essere concentratissimi di fronte a una formazione tatticamente imprevedibile. Da parte nostra dovremo cercare di imporre il nostro gioco, con intensità e cattiveria agonistica”, puntualizza il tecnico bianconero.

“Per me non ci sono prime o seconde punte, ci sono solo attaccanti centrali. Tutti le mie punte possono giocare insieme, ma è importante che abbiano voglia di svolgere tanto la fase offensiva che quella difensiva”, l’avvertimento finale dell’esigente Conte.

A.Lugli

fonte-libero.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*