Doping, Crasson: “A Napoli mi facevano due flebo a settimana”

L’ex nazionale belga Bertrand Crasson ha detto che quando giocava a , tra il 1996 e il 1998, gli venivano praticate due fleboclisi alla settimana, in un’intervista trasmessa ieri sera dalla tv belga Rtbf e ripresa oggi da diversi media. L’ex difensore, oggi 40enne, reagiva alle recenti dichiarazioni-shock dell’ex tennista francese Yannick Noah sul doping nello sport spagnolo, lasciando intendere che in Italia la situazione non sarebbe migliore. “C’erano molte flebo all’epoca e non si sapeva cosa contenessero”, ha dichiarato Cresson, 37 presenze in Nazionale, oggi agente di giocatori e commentatore tv. “Mi facevano fleboclisi, due volte alla settimana. Mi dicevano che erano sali minerali, ma se poi erano altre cose…”, ha aggiunto. “C’erano analisi delle urine ogni settimana ma è un’ipocrisia… all’epoca c’erano certamente prodotti che non si riuscivano a scoprire nell’urina”, ha concluso Crasson Sabato scorso, in un’intervista a Le Monde, Noah si era pronunciato in favore della legalizzazione del doping nello sport, affinché “tutti abbiano la pozione magica”, e aveva accusato gli spagnoli di ricorrervi.

A.Lugli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*