Europa league: infranto il sogno di una finale tutta italiana

play-off-europa-league.jpg

Dalla apoteosi si passa in sole 24 ore dal paradiso della , con la qualificata per la finale di Berlino, all’inferno dell’Europa League dove le due italiane ancora in lizza, e , escono al penultimo ostacolo e infrangono un sogno accarezzato di giocarsi una competizione internazionale di prestigio. A Varsavia infatti andranno Siviglia e Dnipro, la vera sorpresa della manifestazione.

Il Napoli sotto la pioggia ucraina di Kiev ha lottato contro la coriacea difesa del Dnipro, che si è portato sull’uno a zero nella ripresa, grazie alla zuccata di Seleznyov (58’): un gol sporco al termine di corpo a corpo con Britos, tra strattonate reciproche: ben più decisa è parsa quella dell’attaccante. E dell’arbitro già si era lamentato al termine del match di andata il Napoli, soprattutto con il suo presidente Aurelio De Laurentiis, che aveva chiamato in causa addirittura il presidente della Uefa, Michel Platini. Irregolare il gol del pareggio nel finale del Dnipro al : netto il fuorigioco, forti le proteste. Questa sera, però, ai napoletani non sono bastati 95 minuti per ribaltare il risultato e raggiungere Varsavia, anzi nel recupero si è stampato sulla traversa il possibile 2-0 dei padroni di casa. La finale in programma mercoledì 27 maggio sarà, quindi, Dnipro-Siviglia. Senza accesso alla Champions League 2015-2016 (vincere l’Europa League lo avrebbe garantito), la stagione del Napoli di Benitez può essere definita un fallimento.

 Per la Fiorentina c’era ben poco da fare, dopo la debacle in Spagna, 3-0 per il Siviglia pertugio per la finale strettissima. Questa sera le speranze si sono spente quasi subito: al 27’ del primo tempo il Siviglia era già avanti 2-0, reti del bomber Bacca e di Carrico. Luci spente in casa viola, anche con un rigore sbagliato nel secondo tempo da Ilicic e sedici palle gol non concretizzate.

L’ex del Siviglia, Enzo Maresca, che non aveva nascosto di fare il tifo per gli spagnoli, con la cui maglia alzò la Coppa Uefa, festeggia la conquista della finale.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*