Fumogeni sugli spalti. Arrestato tifoso martinese

Nella tarda serata di ieri, gli Agenti della Polizia di Stato, a seguito di una congiunta attività di indagine dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Martina Franca e di Grottaglie, hanno arrestato DC, per aver utilizzato un fumogeno prima dell’inizio della partita di calcio valevole per la Coppa Italia Dilettanti tra Grottaglie e Martina Franca tenutasi lo scorso 21 agosto.
L’arrestato, esponente di spicco della tifoseria ultras del Martina Franca, infatti, insieme a circa 250 tifosi era andato a Grottaglie per sostenere la sua squadra e aveva pensato bene di portare allo stadio D’Amuri un fumogeno e di utilizzarlo sugli spalti, sperando di non essere riconosciuto. Ma le immagini registrate dalla Polizia Scientifica di Taranto, hanno permesso agli Agenti di individuarlo e di arrestarlo grazie alla normativa sulla violenza negli stadi che consente l’arresto in flagranza differita entro le 48 ore dal fatto. E ieri, alle ore 19.45, appena 15 minuti prima dello scadere del termine, in zona Cesarini, gli Agenti di Polizia, dopo averlo cercato per tutto il pomeriggio, hanno individuato il tifoso proprio nelle vicinanze del Commissariato di Martina Franca e lo hanno dichiarato in stato di arresto.
Esso non è nuovo a comportamenti violenti, tanto che nel 2006 il Questore della provincia di Taranto gli applicò un primo daspo per anni due per gli scontri avvenuti nel corso della partita Martina – Manfredonia per lancio di oggetti contro le forze di polizia. Da ultimo, lo scorso aprile, è stato arrestato dagli Agenti della Volante per reato contro il patrimonio.
L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto a disposizione del P.M. di turno dr Italo Pesiri.
Alessandro Lugli

 

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*