Gili anticipi di ieri …bene Inter e Milan male Napoli [video highlights]

Inter e Milan si sbloccano, pari Napoli

 

  • Video Bologna vs Inter 1-3 sintesi completa
  • L’arrivo di mister Claudio Ranieri sulla panchina dell’Inter coincide con la prima vittoria stagionale dei Nerazzurri. In casa del Bologna, nel primo anticipo della giornata di Serie A , arriva un successo 3-1; cosi come arriva la prima vittoria in campionato anche per il Milan, che supera di misura il Cesena, reti inviolate invece tra Napoli-Fiorentina.

    L’incontro di Bologna nel primo tempo, è un susseguirsi di occasioni incredibili. Walter Samuel da distanza ravvicinata “spara” su Jean-François Gillet, poi Marco Di Vaio sciupa una clamorosa palla gol, prima che Diego Forlán centri il palo. La squadra di Pierpaolo Bisoli, reduce dal pareggio sul campo della Juventus, accarezza l’idea di poter andare all’intervallo sullo 0-0, ma al 39’ l’Inter passa. Forlán serve in verticale Esteban Cambiasso, che a sua volta libera Giampaolo Pazzini: il tiro del “Pazzo” non è trattenuto da Gillet e frutta il vantaggio.

    la ripresa inizia come finito il primo tempo Inter all’attaco e Cambiasso colpisce la traversa, poi Júlio César compie due autentici miracoli su Di Vaio e sulla punizione di Gastón Ramírez. Al 66’, però, l’arbitro punisce con il rigore (alquanto discutibile, ma non sta a noi discutere dell’arbitro lo facciano in sede AIA) la trattenuta di Samuel su Alessandro Diamanti: dal dischetto, l’ex giocatore di West Ham non sbaglia.

    Per l’Inter è tutto da rifare, Bisoli è invece costretto a sostituire l’infortunato Gillet con Federico Agliardi. Ranieri a sua volta richiama Forlán e inserisce Milito ed è la mossa vincente. L’attaccante argentino, servito di tacco da Pazzini, è steso in area da Archimede Morleo: per l’arbitro è rigore ed espulsione del difensore felsineo, dal dischetto ‘El Principe’ non sbaglia.

    C’è tempo per il terzo gol di Lucio, che fa centro di testa sugli sviluppi di una punizione di Sulley Muntari. L’Inter, dopo l’esonero di Gian Piero Gasperini e la nomina di Ranieri, ottiene la prima vittoria in campionato e si rilancia; il Bologna, alla terza sconfitta in quattro partite, resta penultimo a un punto.

    A San Siro il Milan ha la meglio 1-0 sul Cesena: decide la sfida un gol dopo cinque minuti di Clarence Seedorf, che raccoglie il pallone da un corner e scaglia un destro da posizione defilata, forse un cross, che non lascia scampo a Nicola Ravaglia. Con Antonio Cassano e Stephan El Shaarawy in avanti, i Rossoneri cercano il raddoppio ma Gianluca Comotto per poco non trova il pareggio con un acrobatico colpo di tacco.

    Ravaglia si oppone con bravura alle conclusioni di El Shaarawy e Cassano, poi Seedorf sciupa l’occasione del possibile raddoppio da posizione favorevole. Il risultato finale non cambia più. Per la squadra di Massimiliano Allegri è il primo successo in campionato: i Rossoneri raggiungono l’ottavo posto a quota 5 punti, i romagnoli di Marco Giampaolo – alla quarta sconfitta consecutiva – restano malinconicamente ultimi.

    Dopo la sconfitta contro il Chievo Verona, il Napoli non riesce a vincere anche di fronte al pubblico di casa e non va oltre lo 0-0 contro la Fiorentina. Edinson Cavani va vicino al gol con un diagonale sinistro, dalla parte opposta il riflesso di Morgan De Sanctis – già protagonista di un ottimo intervento su Riccardo Montolivo – sul colpo di testa di Cesare Natali è prodigioso. Nel finale la squadra di Walter Mazzarri saggia i riflessi di Artur Boruc, che dice di no a Gökhan Inler e Salvatore Aronica. La squadra di Siniša Mihajlovi? resta agganciata al Napoli, con 7 punti in classifica.

    Segnalibro e Share

    Leave a Reply

    Your email address will not be published.

    *