I miti del Calcio: Ghunter Netzer

Ghunter Netzer è stato un giocatore sublime, e armonioso, nei movimenti. Veniva considerato il più grande talento tedesco dopo Beckenbauer anche se proprio il grande Franz lo definì un mezzo giocatore, poichè sovente dichiarava che Netzer aveva la testa concentrata su tutto tranne che sul calcio. Netzer era un personaggio molto ambiguo che guadagnando poco col calcio, si comprò una discoteca e divenne addirittura editore del giornale dello stadio. Calcisticamente quando era in forma lo contraddistinguevano l’elegante falcata , i capelli sciolti al vento, e il lancio perfetto. Nel 1972 fu merito suo se la Germania Ovest divenne Campione d’ Europa. Oltre che con il grande Franz , Netzer entrò in antagonismo anche con un altro mito tedesco ossia Overath. Quindi il tecnico tedesco Shoon decise di schierarli entrambi come coppia di interni. Ma sia Overath che Netzer, volevano entrambi dettare i ritmi della nazionale , e finirono in una competitività senza via di uscita. Nel 1972 il solo Netzer con Overath infortunato comandò alla grande la difesa della propria nazionale che riusciì a vincere la Europa. Fu acquistato, dal vedendo in lui, un formidabile calciatore. Ai mondiali del 1974, il suo genio mancò clamorosamente soprattutto nell’ambito dei venti minuti giocati in modo disastroso contro la Germania dell’ Est e persa dalla Germania Ovest destinata comunque a vincere quel mondiale. Il giocatore veniva considerato anche dai tifosi tedeschi un traditore perchè aveva lasciato la Bundesliga tedesca per la Liga spagnola. Comunque quella contro la Germania Est fu l’ultima gara con la maglia della nazionale di Netzer. In patria il giocatore col Borussia ha vinto due scudetti e una coppa di Germania , mentre col si aggiudica altri due scudetti, e due coppe di Spagna. Chiuse la carriera nel Grasshopers in .
Alessandro Lugli

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*