Il portiere di riserva dell’Hannover ricoverato per problemi psichici

Markus Miller, portiere di riserva dell’Hannover, è stato ricoverato al fine di curare il proprio disagio psichico, di cui ha messo al corrente il club. Non sarà quindi disponibile per il calcio per un periodo di tempo ancora indeterminato. “Ho deciso di mettere al corrente il mio club, i tifosi e la stampa della mia malattia. Mi farò immediatamente ricoverare per seguire una terapia di recupero”, ha spiegato il 29enne Miller attraverso il sito del club. Il portiere era stato acquistato dall’Hannover nell’estate del 2010, proveniente dal Karlsruhe, ed ora già si trova in una clinica provata per segurie una terapia intensiva. In un comunicato, l’Hannover gli ha espresso totale solidarietà. “Gli diamo e daremo il nostro totale sostegno – è scritto nella nota -. Ci ha parlato in tutta franchezza delle sue difficoltà mentali, argomento che è tuttora un tabù nella società di oggi. La nostra priorità è che venga seguito con attenzione e che si riprenda”. L’allenatore della squadra, Mirko Slomka, si è detto “impressionato dal coraggio di Miller”, che lo aveva messo personalmente al corrente della situazione, mentre anche il ct della nazionale, Joachim Loew ha voluto dare al calciatore il suo sostegno. “Ha fatto la cosa migliore, anche se aprirsi per lui non deve essere stato facile”, ha detto Loew da Danzica dove la Germania si trova per l’amichevole di domani contro la Polonia. Ad Hannover due anni fa c’è già stato il caso dell’altro portiere, del club oltre che della nazionale, Robert Enke che soffriva da tempo di depressione e si è suicidato il 10 novembre 2009 gettandosi sotto un treno. Enke aveva 32 anni.

Alessandro Lugli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*