Inchiesta riciclaggio camorra, Lavezzi dai pm

Il calciatore del Ezequiel Lavezzi è stato sentito oggi come persona informata dei fatti nell’ambito dell’inchiesta sul presunto riciclaggio di soldi della camorra nel settore della ristorazione. Lavezzi è arrivato in procura alle 9.30 e ne è uscito alle 12. Ha risposto alle domnnde dei pm Sergio Amato ed Enrica Parascandalo, titolari del procedimento in cui è indagato tra gli altri anche l’ex capo della Squadra mobile di Vittorio Pisani. A quanto si è appreso, i magistrati hanno chiesto al calciatore ragguagli su alcuni orologi i cui astucci vuoti erano stati trovati nel corso di una perquisizione in casa di Marco Iorio, l’imprenditore della ristorazione al centro dell’inchiesta. Secondo il boss Salvatore Lo Russo, collaboratore di giustizia, le cui dichiarazioni sono alla base dell’inchiesta, gli orologi erano dello stesso Lo Russo ma li aveva affidati in custodia a Iorio, con il quale era in rapporti di affari. Secondo la famiglia Iorio, invece, gli orologi appartenevano a Lavezzi. Non si conosce quale sia stata in merito la risposta del calciatore ai pm. Molti, nei corridoi della procura, hanno riconosciuto l’attaccante del e gli hanno stretto la mano scattando foto con i telefonini. Nei prossimi giorni nell’ambito della stessa inchiesta sarà sentito anche il calciatore del Manchester City Mario Balotelli.

Alessandro Lugli

fonte: Sportitalia

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*