Juve 3 Roma 0 la prima semifinalista di Tim Cup 2012 è servita.

Nello Juventus Stadium incandescente come non mai, si è svolto il quarto di finale del TIM CUP 2012 alias Coppa Italia.

La sfida  finisce 3-0 con gol di Giaccherini al 6’ e Del Piero al 30’, più una  autorete di Kjaer al 90′: i giallorossi restano in dieci per l’espulsione di Lamela al 68’, i bianconeri ora se la vedranno con la vincente di Milan-Lazio in programma domani a Sansiro.

Antonio Conte riccorre a un turnover massiccio . In porta  Storari, con Buffon in tribuna e Manninger in panchina. Bonucci recupera in extremis (ampia fasciatura nella coscia) e va a comporre il trio difensivo con Barzagli e Chiellini(sempre più in forma), mentre l’altro titolare Lichtsteiner avanza sull’out di destra di centrocampo. Rivoluzionato il centrocampo, dove Pirlo viene affiancato da Marrone e Giaccherini (clicca sul nome per la video intervista), mentre Estigarribia prende la fascia sinistra. In attacco, spazio a Del Piero e al grande ex Borriello, alla prima da titolare. Out per infortunio l’altro ex Vucinic, Elia, Pepe e Marchisio. Luis Enrique non tocca il tradizionale 4-3-3 e cambia il meno possibile quella che ormai è divenuta la formazione titolare. Le uniche novità rispetto al match di sabato con il Cesena sono José Angel al posto di Rosi in difesa, con Taddei che si sposta a destra, e Kjaer al posto di Juan in mezzo. Invariato il centrocampo, dove Gago prende il posto dell’infortunato De Rossi. In attacco, infine, Totti e Lamela sono coadiuvati da Bojan e non Borini, che parte dalla panchina. Ancora out per infortunio Osvaldo, Burdisso e Cassetti.

In un’atmosfera accesa, la Juventusparte in quarta, cercando di intimorire subito la Roma. Gli uomini di Conte riescono  subito nell’impresa e alla prima avanzata giallorossa rispondono con una ripartenza micidiale che nasce da un lancio a tagliare da destra verso sinistra. Giaccherini si sgancia come il miglior Marchisio e va a concludere con un diagonale perfetto senza che la difesa ospite, colpevole perché troppo alta, lo ostacoli. È l’1-0 che manda in delirio lo Juventus Stadium. Ma non è finita, perché i padroni di casa non sono sazi e continuano a martellare. Al 9’ Estigarribia viene fermato per un fuorigioco dubbio su un’azione identica a quella del gol di Giaccherini, mentre al 21’ Borriello chiede inutilmente un rigore. Alla mezz’ora, arriva il 2-0. Del Piero prova a servire Borriello, la palla gli ritorna indietro dopo una respinta e il capitano bianconero risponde con un tiro a giro dal limite dell’area che si insacca all’incrocio dei pali. La prima rete stagionale per lui, un boato micidiale per tutto lo stadio, il terzo impianto juventino in cui Del Piero può dire di aver fatto gol. A questo punto, gli uomini di Conte tirano il fiato e permettono alla Roma di uscire fuori. Al 37’ Gago ci prova con un gran destro da fuori respinto da Storari, mentre al 43’ una punizione straordinaria di Pjanic dai 35 metri finisce a lato di una spanna. E, alla fine, l’occasione migliore prima dell’intervallo è quella che capita a Estigarribia al 39’, quando dopo un altro buco sulla destra romanista, calcia clamorosamente a lato.

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*