La manita….barcellona 5 real madrid 0

Il Classico del 2010 va in archivio con il Pokerissmo dei Blaugrana, un’umiliazione per la squadra di Mourinho. E, infatti, l’autore del gol Jeffren festeggia con la “manita”, le cinque dita aperte, che in Spagna rappresentano un gesto di scherno oltraggioso per gli avversari.
Il con 34 punti supera il , che era in testa alla classifica prima di essere travolto e che resta a 32. Neppure con 5 gol, comunque, Lionel Messi è riuscito a sfatare il tabù che gli impedisce di segnare contro le squadre di Mourinho.
Ma è stato determinante per i due perfetti assist forniti a Villa e non solo, risultando largamente superiore alla stella del Real, Cristiano Ronaldo.
Il quinto gol arriva al 90°. Finisce in rissa al centro del . I giocatori delle due squadre si picchiano con determinazione.
L’arbitro sfodera i cartellini.
Sergio Ramos si avventa su Messi con furua selvaggia e l’arbitro Iturralde lo espelle, aggiungendo un cartellino rosso agli 8 gialli fino a quel momento distribuiti fra i giocatori del Real.
Mourinho, in panchina, assiste ammutolito e nero in volto alla disfatta della sua squadra.
Poi si avvia, a capo chino, rapidamente negli spogliatoi.
Stavolta le sue invenzioni dialettiche (alla vigilia se l’era presa con l’arbitro) non serviranno a placare le ironie dei tifosi del Barcellona e l’indignazione di quelli del Real.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*