La Nazionale e l’italianita

La stagione calcistica classica volge al termine, o meglio va verso un’imminente e scoppiettante rinascita in Sud Africa con la Nazionale, e le idee di Lippi iniziano a palesarsi in modo quasi definitivo.

Forzatamente ignorati i giocatori di Roma e Inter impegnati nella finale di Coppa Italia, il c.t. ha diramato la lista di convocati per uno stage di un paio di giorni alla Borghesiana.

Oltre all’esclusione di Miccoli e, per quel che serve ancora parlarne, di Cassano, fa certamente specie quella del neo italiano Amauri. Indipendentemente dalle considerazioni e reali intenzioni di Lippi, che deve comunque sempre tenere una porta aperta per tutti, il gran parlare che si è fatto negli ultimi due anni della naturalizzazione della punta brasiliana bastava a creare una grande attesa nel momento in cui fosse divenuto convocabile e non fosse infortunato. Fatto sta che Amauri nella lista dei convocati non compare. Colpa della scarsa forma, ha lasciato intendere lo stesso Lippi.

Ora, che sia stato opportuno o meno non chiamare comunque un elemento su cui si potrebbe far conto a breve ma che non ha mai frequentato il gruppo, anche se non è al meglio (saprà il c.t. che fare), la mancata convocazione di Amauri offre comunque l’occasione di fare alcune considerazioni sul ruolo degli stranieri……. continu ala lettura alla Fonte Calciostruzzo

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*