L’altro scarto del Real doma il Lione….

Monaco-Lione 1-0 semifinale  d’andata della Uefa League

Wesley Sneijder ieri, Arjen Robben oggi. Per il Real Madrid ennesima rinconferma che le loro cessioni erano quanto di più errato nell’economia sportiva. Ieri l’olandese di  Utrecht ha trascinato l’Inter verso l’impresa storica di battere i campioni in carica, oggi l’altro “scarto” delle merengues ha fatto letteralmente impazzire il Lione, apparso davvero come l’intruso in queste semifinali di Champions. I tedeschi hanno vinto 1-0, ma non c’è mai stata partita, neanche quando l’arbitro Rosetti ha espulso Ribery (al 37′ del primo tempo) per un bruttissimo fallo su Lisandro .

La parità numerica è stata ristabilita dopo appena 10 minuti dall’inizio della ripresa, con il doppio giallo a Toulalan (severo il secondo) e da quel momento si è aspettato solo il gol degli uomini di Van Gaal.

Gol che è puntualmente arrivato al 69′, con l’ennesimo missile da fuori area di Robben. Gomez ha toccato il pallone di testa, ma il merito del gol è tutto dello straordinario centrocampista orange.

Teoricamente il Lione può ancora dire la sua allo stadio La Gerland, ma questa sera non è sembrato minimamente in grado di impensierire i bavaresi. Per quanto visto all’Allianz Arena, la Champions 2009/2010 ha la sua prima finalista: il Bayern Monaco.

Il Tabellino:
Bayern Monaco-Lione 1-0

Bayern Monaco (4-4-2): Butt; Lahm, Demichelis, van Buyten, Contento; Schweinsteiger, Pranjic (18′ st Gomez), Robben (40′ st Altintop),
Muller; Ribery, Olic (1′ st Tymoshchuk). A disposizione: Rensing, Gorlitz, Alaba, Klose. All. van Gaal.

Lione (4-2-3-1): Lloris; Reveillere, Cris, Toulalan, Cissokho; Gonalons, Kallstrom; Ederson (25′ st Bastos), (11′ st Makoun), Delgado (34′ st Govou); Lisandro. A disposizione: Vercoutre, Anderson, Gassama, Gomis. All. Puel.
Arbitro: Rosetti (Ita)

Marcatori: 24′ st Robben (B)
Ammoniti: Pranjic (B), Bastos (L)
Espulsi:
Ribery (B), Toulalan (L)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*