Le Grandi sfide del passato: Italia-Germania O. 3-1 1982

La cornice è quella dello splendido stadio “Santiago Bernabeu” di Madrid , platea dei grandi incontri del mitico Real. L’ Italia è giunta a questa finalissima storica contro la Germania Ovest, dopo una fase a gironi senza vittoria e senza sconfitte con tre pareggi consecutivi contro Polonia, Camerun e Perù. Negli ottavi sempre in una fase a gironi che porta dritto alle semifinali, l’ Italia è catapultata nel girone assieme all’Argentina Campione del Mondo in carica che può contare sull’ estro di un giovane Maradona e del Brasile degli 11 campioni, fra cui menzioniamo Zico, Eder,Junior, Socrates e Falcao. Niente da fare !! Ma per Argentina e Brasile! Le quali vedono svanire le loro ambizioni entrambe difronte agli azzurri di Bearzot, di un redivivo e di un autorevole Tardelli, autori chi di una splendida tripletta ai grandi carioca (3-2 targato Pablito ) chi (Marco Tardelli) di una netta vittoria sugli argentini per 2-1 con acuto anche di Cabrini. La semifinale è una autentica pro-forma contro la Polonia e ancora è il matador (2-0). Si giunge alla finalissima. L’ Italia perde subito i pezzi e vale a dire Graziani, ed il primo tempo, una Germania Ovest attendistica può usufruire anche della dea Fortuna, quando Antonio Cabrini, sbaglia il rigore concesso dall’ arbitro Coelho . Nella ripresa, apre subito le danze di testa , siglando la rete dell’ 1-0 per l’ Italia. Il presidente della Repubblica Sandro Pertini, si alza in piedi ad applaudire la rete azzurra. Dopo una splendida azione portata avanti prima da Scirea , poi conclusa abilmente da Tardelli l’Italia raddoppia grazie ad un potente fendente del Marco nazionale che il portiere tedesco neanche vede. Il 3-0 è siglato da Altobelli dopo una bella azione sull’ asse Scirea – Conti, finalizzata nel migliore dei modi da “Spillo” . E’ Litterbasky ad accorciare il risultato. Poco male. Anche il Presidente Pertini a grandi gesti è entusiasta del successo mondiale azzurro. E’ Dino Zoff può trionfalmente alzare la Coppa del Mondo 1982.
Alessandro Lugli

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*