Milan, Boateng che affare !

2009. Solo due anni fa. Kevin Prince rientra al Tottenham dopo il prestito nella sua Germania. Il Borussia Dortmund prova a rilanciarlo e a dargli fiducia, cosa che in Inghilterra non è stata fatta, ma dopo 10 apparizioni in Bundesliga riaccasa oltremanica. Era il 2009 e il grande giocatore che abbiamo ammirato nella scorsa serie A valeva “solo” 3 milioni di euro. Dopo essere cresciuto nelle giovanili dell’ Herta Berlino, essersi fatto le ossa nella seconda squadra ed aver esordito nel 2005 in Bundesliga, nel 2009 appunto viene ceduto al Portsmouth per 4 milioni di euro. Un affare. Si capisce subito che la scelta è azzeccata. Esordio contro il Bolton ed è subito gol. Si inserisce al meglio in una formazione che aveva davanti una vecchia conoscenza del calcio italiano, Kanu. La duttilità del Boa è spaventosa. Nel 4-4-2 dell’allora tecnico Avram Grant ricopre il ruolo di esterno destro. La sua stagione in Premier si conclude però con un ultimo posto. L’ottima annata viene premiata con l’acquisto da parte del Genoa. Sconosciuto ai più, raggiunge Genova grazie ad un assegno di 5,7 milioni di euro staccato da Preziosi. Dopo quattro giorni il retroscena che lo portò al senza mai indossare la casacca rosso-blu. “Avevo visto in tv, durante i mondiali, Kevin Prince Boateng, e mi è piaciuto subito molto – afferma Adriano Galliani. Un giorno Preziosi ha dichiarato che a Genova pensavano che il ghanese non fosse all’altezza dei rossoblù”. L’a.d. ne era convinto. Per lui infatti il Boa è da . “Così, presi la macchina – continua Galliani – e mi fiondai in Liguria per andare immediatamente ad acquistare la compartecipazione del centrocampista”. Per chi non lo sapesse così giunse al il Boa. I rossoneri al termine della prima stagione in prestito, per avere al 100% le prestazioni del ghanese hanno sborsato 7 milioni cash. Nella trattativa entrarono anche i giovani Beretta, Zigoni, Strasser e Odu, tutti rientrarono a Milano. Dopo esser stato la sorpresa dello scorso campionato, schierato da trequartista, nella stagione che va ad iniziare potrebbe anche scalare nuovamente come mezz’ala nel centrocampo a tre. E’ lui l’effetto sorpresa. Nel 2009, due anni fa valeva 3 milioni, oggi 15. In due anni ha quintuplicato il suo valore. Grazie alle sue prestazioni, ad e a quel viaggio in macchina di Galliani. Un viaggio da 12 milioni di euro…

Alessandro Lugli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*