Milan di rigore a Malmö, bene Cassano, Ibra sostituito

L’emozione del ritorno a casa anestetizza Zlatan , così dell’amichevole contro il Malmoe approfitta Antonio Cassano per guadagnare punti nelle gerarchie dell’attacco milanista. In Svezia il barese segna di testa il gol che apre le danze e poi poco prima del 90′ serve al giovane Kingsley Boateng l’assist del 2-2 che porta la gara ai rigori dove i rossoneri la spuntano. Striscioni, cori e una gigantografia sugli spalti dello stadio di Malmoer accolgono , che prova in ogni modo a lasciare il segno. Esce dopo 60′ masticando amaro per una pessima prestazione (‘di m…’ sintetizza lui), in cui si salva però l’intesa con Cassano. I due si cercano con insistenza e si trovano. E creano pericoli grazie soprattutto al barese, piuttosto ispirato e in discreta forma fisica: a parte il gol di testa (lasciato solo dai difensori nell’area piccola) inventa parecchio per i compagni e resta in 90′. “Sicuramente la buona prova in Nazionale gli ha dato entusiasmo – ha osservato -. Ha giocato una buona partita, ora ci sono altre due amichevoli. Antonio è titolare come lo sono gli altri. C’é bisogno che tutti si mettano in discussione ogni giorno. Ha fatto bene nei primi sei mesi, ora deve trovare una buona condizione”. L’impressione è che le prossime due settimane saranno decisive per il futuro di Cassano al . “Io non ho dubbi che resti, e nemmeno la società ne ha – assicura Allegri -. Solo Cassano deve scegliere se restare in una squadra dove deve lottare per il posto e può giocare per vincere”. L’amichevole, oltre a un discreto tornaconto economico, regala al conferme. Una positiva: Kevin Prince Boateng, già in forma campionato. Un’altra negativa: senza Alessandro Nesta e Thiago Silva la difesa è scombussolata. Da rivedere anche Taiwo, apparso piuttosto confuso e impreciso.

Alessandro Lugli

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*