Prandelli “perdona” Balotelli: “Io ho pazienza, dipende da lui”

Mario superstar nella visita al carcere di Sollicciano, e Cesare applaude il centravanti azzurro. ”Mi e’ piaciuta la sua sincerita’, durante il tragitto Buffon gli diceva: tranquillo Mario, sii te stesso e vedrai che va tutto bene…”, ha rivelato il commissario tecnico della Nazionale, che poi ha spiegato il perche’, a suo parere, del feeling subito nato tra i 200 detenuti e il giovane calciatore.

”E’ come se gli avessero lanciato un messaggio, ‘Mario, non sbagliare, noi l’abbiamo fatto tu non devi – ha aggiunto Prandelli – Hanno avvertito il suo disagio”’.

”Gli ho detto che lui e’ stimato – ha aggiunto il ct – ma ora deve fare un passetto in piu’ per essere anche rispettato. Sa di avere tutti gli occhi addosso, certi atteggiamenti possono far pensare qualcosa di diverso da quel che lui e’. Anche se l’Ipad non era nulla di particolare, la musica l’ascoltano tutti”.

”Ma se ha qualche disagio e si tiene tutto dentro – ha proseguito Prandelli – ce lo venga a dire. Ho molta pazienza, ma dipende tutto da lui”. Possibile domani per lui la tribuna: ”Ha la forza per sostenere il colpo, ma non ho deciso”.

Prandelli ha tra l’altro rivelato che inizialmente la sua presenza non era prevista. ”Dovevamo andare io e il capitano Buffon: quando si e’ sparsa la voce, Mario ha chiesto di poter aggregarsi anche lui. Io gli ho detto va bene, basta che quando scendi dall’auto tiri fuori un bel sorriso”.

Alessandro Lugli

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*