Prima stagionale dell’inter Poker al Cittadella

 

Walter Mazzarri archivia senza sorprese il suo debutto ufficiale sulla panchina dell’Inter al “Meazza”. I nerazzurri superano per 4-0 il Cittadella nel terzo turno eliminatorio di Cup, mostrando progressi rispetto alle ultime uscite ed incoraggiando il presidente Massimo Moratti, applaudito dagli oltre 17.000 tifosi presenti, in vista del debutto in campionato contro il Genoa. L’ex tecnico del parte con il suo 3-5-2 composto da tra i pali; Campagnaro, Ranocchia e Juan in difesa; Jonathan, , Cambiasso (capitano nel giorno del suo 33esimo compleanno), Alvarez e a centrocampo; Palacio e di punta. Reduce dall’amichevole tra Italia ed Argentina, Palacio palesa una buona condizione, anche se al 2’ svirgola sottoporta. La sua intesa con Alvarez è buona ma tocca a Jonathan sbloccare il risultato al 17’, inzuccando tutto solo il comodo cross di Guarin. La reazione del Cittadella c’è e quando Handanovic è chiamato in causa non delude. Il suo collega Di Gennaro esce coraggiosamente al 26’ su Palacio, che al 30’ guadagna e realizza un rigore (Pecorini, l’autore del fallo, viene spedito anzitempo negli spogliatoi dall’arbitro Irrati). Con la superiorità numerica il divario diventa ancora più netto ed è ancora Palacio, al 33’, a divorarsi il diagonale del tris. Nel finale di tempo Handanovic si supera per dire no a Dumitru e Guarin non centra lo speccho di testa. Nella ripresa, al 6’, Di Gennaro si salva su Jonathan, Guarin ci prova da fuori ma è Palacio al 15’, prima della sostituzione con Belfodil, a siglare la doppietta del 3-0 con un gran taglio su assist al bacio di Guarin (poi fuori per Kovacic). Al 18’ Ranocchia deve solo spingere dentro il più semplice dei 4-0, tocca poi anche a Pereira per Campagnaro in una difesa che diventa a quattro. Di Roberto è sempre il più incisivo dei suoi, il Cittadella è generoso ma l’Inter, che negli ultimi minuti resta in dieci per una botta che ha costretto ad uscire, non rischia più del lecito. Obiettivo raggiunto, dunque, per l’Inter ancora priva di Milito e Zanetti: qualificazione in Coppa Italia e prossimo impegno con il Trapani. «Si è vista qualche buona trama di gioco. L’espulsione – ha detto Mazzarri – ci ha agevolato. In questo periodo non dobbiamo guardare il risultato, ma noi stessi: stiamo crescendo molto e dobbiamo continuare su questa strada».

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*