Scintille fra Gilardino e Corvino

“Per noi è un campione e lo abbiamo considerato tale anche quando sono arrivate proposte inadeguate da altre società – ha sottolineato il ds viola Pantaleo Corvino – Io sono amareggiato come lo è lui e lo stesso vale per la proprietà. L’altro giorno ho chiamato dicendogli che non lo avremmo mandato a Genova perché le proposte che sono arrivate non erano all’altezza. Se poi il nostro patron non gli risponde è forse perché il giocatore non ha mai smentito le voci che volevano ci fosse un contratto già firmato con il Genoa. è il più grande calciatore che abbiamo, l’unico che con l’ingaggio supera i 2 milioni di euro. L’amarezza è reciproca e questo vuol dire che forse un po’ tutti abbiamo sbagliato”.

Alessandro Lugli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*