Sciopero revocato, in Spagna

Accordo trovato e sciopero revocato, il campionato può cominciare: ma succede in Spagna, dove la prima giornata della Liga è già saltata per la vertenza che opponeva il sindacato calciatori alla Lega dei club. Ora l’Afe, l’associazione dei giocatori, ha revocato lo stop in programma per la seconda partita della stagione dopo aver raggiunto, secondo quanto scrive Marca on line, un accordo con la Lega Calcio Professionistico. “Il comitato dell’Afe e la Lega calcio hanno raggiunto un accordo che garantisce i salari dei calciatori di tutte le serie”, ha spiegato l’assocalciatori spagnola, in un comunicato. Per questo, il sindacato spagnolo ha deciso di metter fine allo sciopero che aveva già portato allo alla mancata disputa della prima giornata della Liga e della seconda divisione.

Lo sciopero era stato proclamato l’11 agosto, i giocatori reclamavano il pagamento immediato degli stipendi non corrisposti a 200 giocatori, per una cifra complessiva di 50 milioni di euro. La Lega aveva risposto con un fondo di garanzia di 10 milioni a stagione, ritenuto insufficiente dai giocatori: nella notte, la riunione fiume di 12 ore chiusa all’alba, alle 5 E poi la revoca. “E’ stato uno sforzo reciproco, tutte e due le parti hanno ceduto di qualche metro, e io sono felice – ha detto il presidente della Lega spagnola, Jose Luis Astiazaran – L’importante è ora che la palla sia in gioco”. Ora la Liga comincerà con la seconda giornata, in programma sabato 27 e domenica 28. Il Real esordirà domenica sera, alle 20 ora locale, in casa del Saragozza; per il c’é il Villareal in casa, lunedì alle 21 (e per questo Giuseppe raggiungerà in ritardo il ritiro della nazionale azzurra, a Coverciano). Prima partita della stagione, Sporting Gijon-Real Sociedad, sabato alle 18.0.

Alessandro Lugli

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*