SE QUESTO E’ DEL PIERO

Di Giampaolo Carboni.

Premessa:non ho seguito interamente la partita di ieri tra e , nonostante la curiosità di vedere la prima di Alberto Zaccheroni sulla panchina bianconera.

La partita non ha fatto altro che riflettere la crisi di due squadre che non fanno che consumare una suddivisione della posta sostanzialmente equa.
Ma non è questo che mi spinge a scrivervi quanto il come si è arrivati a questo uno ad uno o meglio come la stessa partita ha avuto lo sbloccarsi del risultato: Saccani,che solo tre minuti aveva rimproverato Alessandro per una clamorosa simulazione risparmiandogli nella circostanza il cartellino giallo (la domanda sorge spontanea:perché?) casca nella trappola tesali dal capitano della Juventus che accentua nettamente un contatto totalmente campato per aria con Diakité (lui si ammonito nella circostanza):inutile dire che Saccani non dirigeva una gara di dal Juventus-Inter 2-1 del 5 dicembre 2009 (ultimo lampo veramente degno di nota della squadra bianconera che in tale giorno sembrava lanciata verso un futuro decisamente più luminoso ed in ogni caso tutto suo:una gara però in cui Saccani non aveva di certo brillato di luce propria finendo per scontentare entrambe le squadre).
Più utile è,a mio avviso, analizzare il comportamento di Del Piero:a me da sportivo e da amante di questo sport ha deluso profondamente vedere proprio lui, sbandierato come anima candida in un mondo di poche vergini,non batter ciglio al momento della scandalosa decisione ed altrettanto lucido nel realizzare un frutto di un furto non degno né dello stile Del Piero né del tanto decantato e sempre più in disuso stile Juventus:la domanda è dove il Del Piero di una volta?
Capisco che ci possa essere una misera personale da rimpinguare ma soprattutto ci sarebbe un immagine,quella sua,di uomo prima che di giocatore da salvaguardare e difendere:dov’è il Del Piero che replicava con stile allo schiaffo di Cufré? Quest’anno Del Piero non è nuovo ad imprese poco sportive e decisamente deprecabili:ricordo solamente il fatto che il 29 novembre non è stato squalificato nonostante un plateale vaffa all’arbitro nella giornata in cui Maicon venne espulso,e successivamente squalificato per due turni, per la stessa identica cosa:la teoria dei due pesi e delle due misure torna volontariamente ed involontariamente.
Fatto sta che la cosa più grave di tutta questa vicenda è che il capitano paladino della sportività e dei sani valori del pur milionario sta cambiando.
In peggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segnalibro e Share

One Response to "SE QUESTO E’ DEL PIERO"

  1. Pingback: Notizie dai blog su Zac: “Tagliavento non ha sbagliato nulla. Del Piero?Attacarlo è una bestemmia”

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*