Signori: “Se vengo radiato in terzo grado restituisco la tessera”

Se verrà radiato anche in terzo grado, cioé se saranno confermate l’associazione a delinquere e l’illecito sportivo, Beppe andrà “personalmente a riconsegnare la ”. Pronto al ricorso al Coni, non si arrende: “Se verrà confermato di più della scommessa legale che ho fatto, mi tolgo io dal calcio”. Il riferimento è alla puntata su Benevento-Pisa. Fatta, “convinto di essere un cittadino comune, non più tesserato”. “Mi dispiacerebbe rovinare 30 anni di carriera. Dopo, il mio obiettivo sarà dimostrare l’innocenza nel processo penale”. Ha contestato nuovamente la lettura delle intercettazioni. Per la difesa, da queste si desumerebbe che non è Signori ‘il capo dei capi’. Sarà presentata querela contro ignoti, per una cattiva interpretazione delle telefonate, ha detto Alfonso De Amicis, legale che insieme all’investigatore Ugo Vittori ha affiancato l’ex calciatore.

Alessandro Lugli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*