Udinese: Floro Flores ko, gioca Torje?

TORJE – Il “Messi dei Carpazi” nei primi due allenamenti ha mostrato di saperci fare col pallone tra i piedi. Dribbling, tiri al volo sono il suo pane, ma Guidolin non sembra guardarlo diversamente dagli altri. Il tecnico bianconero, braccia dietro la schiena osserva, parla con il fido vice Bortoluzzi, ogni tanto interviene sul gruppo. nessun indizio, insomma, su un possibile utilizzo immediato del rumeno.

MODULO – I pensieri di Guidolin sono rivolti prima di tutto al modulo: Torje, infatti, starebbe benissimo dietro a Di Natale in un 3-5-1-1 identico a quello dell’anno scorso. Il fatto è che si sta lavorando in prospettiva a questo modo di stare in : Torje ha numeri ma non ha mai giocato con i compagni, assimilandone movimenti e disposizione. Forse è meglio non rischiare e riproporre la difesa a quatto e una mediana a cinque, proprio come fatto contro l’Arsenal. In fondo si gioca in trasferta e l’ 2011/2012 deve anche pensare concretamente a fare punti da subito.

FORMAZIONE – La retroguardia quindi potrebbe essere composta da Basta, Danilo, Ekstrand Domizi o Neuton. Mediana con Isla, Pinzi, Badu, Asamoah e Armero. Attacco con Di Natale e Torje pronto all’esordio a gara in corso. Molte scelte prenderanno in considerazione, inevitabilmente, anche la gara di giovedì contro il Rennes.

ALTRI INFORTUNATI – Detto di Floro (che comunque dovrebbe farcela almeno per a seconda giornata), Fabbrini sarà disponibile, mentre per Barreto, Coda e Ferronetti non c’è ancora spazio.

MAGLIE – Abbiamo avuto modo di presentarle in anteprima (a maggio nella versione parziale, la settimana scorsa in quella definitiva). Oggi saranno presentate ufficialmente: le nuove casacche bianconere targate Legea saranno sdoganate nel pomeriggio. La prima maglia la si è già vista all’opera. La seconda è arancione, come nel recente passato. La terza è verde, colore nuovo da queste parti. Pare sia stata fatta in omaggio al Barcellona, rimane il fatto che il colore non richiama nessun vessillo friulano. Se piacerà o meno lo diranno, probabilmente, i risultati.

Alessandro Lugli

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*